Inter-Juve, con le emozioni trasmesse solo in voce, fa volare gli ascolti dell’app di FM-world

Gli smartphone e le relative app sono ormai le ‘radioline’ anni ’70/’80 di un mondo sempre più digitalizzato.

Ci permettiamo questa affermazione dopo l’ennesimo picco di ascolti, registrato dall’app di FM-world, durante una partita di calcio di punta.

Il match era particolarmente ‘sentito’: Inter-Juventus, trasmesso in pay-tv e commentato da decine di piattaforme web e di reti locali.

Immancabile, come sempre, la radiocronaca su Rai Radio1, oltre al seguito di Radio Sportiva.

E gli effetti non sono mancati: l’attesa partita, conclusasi con la vittoria dell’Inter (ma questo per noi è un dettaglio trascurabile), ha portato all’app di FM-world migliaia di sessioni in prima serata (fascia dove in genere la radio è penalizzata), con picchi di share per Rai Radio1 superiori al 20% verso il termine dell’incontro.

Nettamente distanziate le altre due emittenti sul podio (per la cronaca, RDS e Radio Deejay), entrambe sotto al 10%.

Radio Sportiva, a sua volta, ha superato il 2% di share, risultato apprezzabile per una realtà che non si trova ai vertici del posizionamento.

Il calcio raccontato, anche in un’epoca dove l’immagine è sempre più importante, continua dunque a conquistare il pubblico e a mantenere quel fascino “anni ’70/’80” della descrizione appassionata del cronista, che deve tradurre in immagini la fantasia dell’ascoltatore.

Una vera e propria arte non comune a tutti, ancora molto apprezzata da chi ama la radio e la parola.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it