Il sindaco di Bologna premia Vasco Rossi e ricorda: “Negli anni ’70 io ero a Radio Città e tu a Punto Radio”

“Negli anni ‘70 , io ero a Radio Città, la mitica Radio Città, tu eri direttore di Punto Radio: abbiamo vissuto l’esperienza delle radio libere e tante altre esperienze guardando al passato come un ricordo per andare avanti meglio nel presente e nel futuro”.

Si tratta di un estratto del discorso che il sindaco di Bologna Virginio Merola ha dedicato a Vasco Rossi.

L’occasione era importante: al noto rocker è stato insignito il premio Nettuno d’Oro, alta onoreficenza della città felsinea.

L’evento si è tenuto mercoledì 16 dicembre, riconoscendo a Vasco una ‘cittadinanza’ finora mai pienamente acquisita, essendo originario della vicina provincia di Modena.

E Rossi ha sottolineato, nel suo discorso, il suo legame con il capoluogo emiliano.

“Grazie al Sindaco, grazie a Bologna per avermi dato questa onorificenza” – ha dichiarato Vasco Rossi – Sono onorato e felice di ricevere questo riconoscimento della città che mi ha accolto, mi ha nutrito l’anima e lo spirito, nella quale sono cresciuto, nella quale ho vissuto molte vite, nella quale vivo e che alla fine mi ha adottato”.

Un passaggio relativo al suo passato radiofonico si legge anche nella lettera ufficiale della motivazione del suo conferimento:

“Agli albori del successo c’è anche Punto Radio, che Vasco Rossi fonda con alcuni amici nel settembre del 1975: l’emittente è tra le prime private in Italia e la prima radio libera a ottenere una sentenza che abbatte il monopolio statale della radio di Stato. Nell’estate dell’anno successivo in Italia si contano circa 150 emittenti e lui ne rappresenta una controcorrente, i cui microfoni scendono per strada ad ascoltare le opinioni delle persone e dalle cui frequenze si cementa la passione per la musica italiana”.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it