Il mondo della radio e della musica piange la scomparsa di Dj Cioni

È scomparso oggi all’età di 66 anni nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Livorno, dopo un intervento d’urgenza per patologie non riconducibili a Covid, il dj livornese Riccardo Cioni.

Lo riporta l’ANSA.

“Strappato dai propri affetti familiari, a causa di breve ed improvvisa malattia non collegata alla recente epidemia oggi alle 12, è venuto a mancare Riccardo Cioni, scrivono la moglie, il figlio, i cognati e i nipoti in un post su Facebook.

Conosciutissimo anche a livello internazionale fin dagli inizi degli anni ’80 con il brano ‘In America’ e con moltissime altre produzioni, in quasi mezzo secolo di attività ha fatto ballare generazioni di appassionati, mixando la migliore musica degli ultimi 40 anni (e in particolare la musica ’70-’80).

Come musicista, Cioni nasce alla metà degli anni ’70 quando comincia a suonare ed esibirsi con il gruppo livornese ‘I Quattro’. Poi è arrivata la passione per il mixaggio e per la consolle in discoteca e in radio, con la trasmissione ‘Dj full time’. Nel corso della sua lunga carriera ha partecipato a trasmissioni come Domenica in, Festivalbar, Discoring, Discoteca Festival e tante altre trasmissioni Rai e Mediaset.

Il giorno di Natale, sulla sua pagina Facebook, aveva ringraziato medici, infermieri e volontari del secondo padiglione dell’ospedale di Livorno, dove era stato ricoverato per Covid “per l’impegno, la professionalità, la dedizione e la cortesia dimostrata in questi giorni”.

“Con la promessa – aveva concluso – che, quando l’emergenza Covid sarà alle spalle, organizzerò un evento per ringraziarvi personalmente.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it