Fabio Capello contro le radio sportive romane

“Non c’è equilibrio nelle radio romane: la cosa migliore è che i ragazzi non vengano influenzati da tutto questo”.

Le parole sono quelle di Fabio Capello, ex tecnico della Roma, che in una dichiarazione su Sky si rivolge a Paulo Fonseca.

Il tutto nasce da una considerazione sulla squadra: “La Roma di queste ultime due partite non mi è piaciuta”.

A questo punto, l’ex-‘mister’ si lascia andare ad un ‘suggerimento’ critico nei confronti della radiofonia locale della Capitale, che influirebbe negativamente sul gruppo: “Il consiglio che posso dare a Fonseca e che avevo dato ai miei giocatori è quello di non ascoltare le radio romane. Alla prima conferenza stampa da tecnico della Roma dissi: ‘Io parlo solo con le radio nazionali e non quelle dentro il Raccordo Anulare’. A Roma quando vai bene è tutto super, appena vai male è l’inferno”.

Capello insiste raccontando che “La radio romana dice ai tifosi ‘andiamo a contestare’. A me hanno fatto una contestazione con 4000 persone perché perdemmo contro l’Atalanta. I ragazzi vengono influenzati dalle radio. Tutti quelli che hanno allenato la Roma possono dire che esiste il problema delle radio. Non tutti i giocatori sono forti da sopportare le critiche. A Madrid era uguale, anche se erano radio nazionali”.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it

Exit mobile version