È morto il Commissario Agcom Enrico Mandelli

A cura di Mauro Roffi

È morto nelle scorse ore a soli 59 anni a Milano Enrico Mandelli, Commissario dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom), eletto dal Parlamento alla prestigiosa carica nel settembre 2020.

Nato in provincia di Alessandria, Mandelli era giornalista professionista ed ha lavorato per decenni nel settore dei media e dell’audiovisivo, ricoprendo incarichi di vertice anche nelle associazioni di categoria, tra cui la Federazione Radio Televisioni (Frt).

“La scomparsa di Enrico Mandelli – ha detto il presidente dell’Agcom Giacomo Lasorella – priva il Consiglio di un serio professionista e di un rigoroso amministratore, apprezzato e stimato da tutta l’Autorità. A me, come a tutti noi mancherà anche una persona seria e riflessiva che in questo anno di frequentazione era divenuto un amico”.

Mandelli era molto noto soprattutto nell’ambiente televisivo e in specifico a 7 Gold, in cui era stato a lungo dirigente di primo piano. Ma – ancor di più – era ‘parte importante’ del gruppo radiotelevisivo del Nord Ovest Telecity, avendo anche sposato Nicoletta Tacchino, figlia primogenita dell’editore di Telecity Giorgio Tacchino.

“Era nato ad Ovada e sebbene si fosse trasferito ormai da molti anni nel capoluogo lombardo – scrive telecitynews24.it – , non aveva mai dimenticato le sue radici ed aveva sempre mantenuto i contatti col territorio, dove risiedono tuttora i parenti. Giornalista professionista, per quasi 30 anni ha operato nel settore radiotelevisivo, rivestendo incarichi di prestigio in numerose società attive sia nella fornitura di servizi media audiovisivi che in quella di capacità trasmissiva”.

Oltre alla moglie, Enrico Mandelli lascia due figli, Luca e Carlotta. La nostra redazione esprime sincero cordoglio ai familiari e ai colleghi.

Mauro Roffi
mauro.roffi@fm-world.it

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it