Calcio e solidarietà: Claudio Cecchetto, intervistato da Radio Kiss Kiss, parla di “Donation League”

“Da quando siamo piccoli abbiamo l’abitudine al tifo, tutto ciò con sfottò e chiacchiere sostiene la nostra settimana. I giocatori non scendono in campo, è tempo che lo facciano i tifosi con un campionato di solidarietà”.

Le parole sono quelle di Claudio Cecchetto, che nella mattinata di giovedì 2 aprile è stato ospite di Radio Kiss Kiss come “corrispondente del buonumore”.

Nel corso di “Good Morning Kiss Kiss” con Max Giannini e Max Vitale, ha raccontato come trascorre la propria quotidianità, in questi giorni di “clausura”.

“Sono a casa con i miei figli – spiega – non siamo mai stati così tanto insieme. Ci stiamo dividendo i compiti: io sono il direttore artistico, mia moglie l’amministratore delegato e i miei figli sono i due dirigenti. Facciamo la spesa online e poi andiamo a ritirarla!”.

Cecchetto però aggiunge: “Ci mancano 2 cose: la socializzazione e il calcio“.

Da lì, l’idea di “giocare”, facendo del bene.

“E’ possibile manifestare l’entusiasmo per i propri colori facendo delle donazioni per la ricerca e la lotta a questo maledetto Coronavirus. Si può andare sul sito di “Donation League” e fare una donazione. Più si dona per la propria squadra più la propria squadra sale in classifica!”.

L’intervista è on-line cliccando QUI.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it

Exit mobile version