ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP

Applicazione della direttiva 2014/53 (RED) ai trasmettitori per radiodiffusione sonora

25 settembre 2017
597 Visualizzazioni

La nuova direttiva RED (Radio Equipment Devices) riguarda i dispositivi per radio comunicazione in generale, e quindi anche i trasmettitori per radiodiffusione sonora e televisiva. Viene sostituita in via definitiva la direttiva 1999/5 (“RTTE”) a partire dal 17 Giugno 2017 per le nuove immissioni sul mercato:

Nulla cambia per le apparecchiature già precedentemente immesse sul mercato, come riportato nell’articolo 48 della nuova Direttiva RED:

L’art. 48 prevede che le apparecchiature precedentemente IMMESSE SUL MERCATO secondo la legislazione precedentemente in vigore (direttiva 1999/5), possono continuare ad essere MESSE A DISPOSIZIONE del mercato (ovvero: vendute) e MESSE IN SERVIZIO. Non è previsto un limite temporale per la messa a disposizione e per la messa in servizio. In altre parole, le apparecchiature immesse sul mercato ai sensi della direttiva 1999/5 possono continuare ad essere vendute, installate ed esercite senza limiti di tempo.

L’art. 2 spiega cosa si intende per: messa a disposizione del mercato, immissione sul mercato, messa in servizio:

Le principali novità rispetto alla direttiva 1999/5

  • NON è più prevista la “immissione sul mercato” da parte dei fabbricanti
  • NON è più richiesto il simbolo ! accanto al simbolo CE
  • Il numero dell’Organismo Notificato, solitamente apposto accanto al simbolo CE, potrebbe non essere più presente (nei casi in cui il fabbricante provveda alla valutazione della conformità senza ricorrere ad alcun Organismo Notificato)

Bisogna, inoltre, ricordarsi i seguenti punti:

  1. La marcatura CE vale per tutto lo Spazio Economico Europeo, ovvero per tutti i paesi facenti parte formalmente dell’Unione Europea ed anche per altri paesi che hanno adottato la stessa legislazione tecnica pur non facendone parte
  2. La legislazione europea relativa alla marcatura CE scavalca ed elimina qualunque altra normativa nazionale contrastante
  3. Per “immissione sul mercato” si intende: “prima messa a disposizione del mercato”, ovvero il momento in cui un apparato viene per la prima volta reso disponibile all’utente finale, a titolo oneroso o gratuito
  4. La marcatura CE NON è un marchio di qualità che diversifica un apparato “migliore” rispetto ad uno non marcato CE: la marcatura CE è obbligatoria, e garantisce (a responsabilità del fabbricante) un livello minimo necessario di sicurezza per gli operatori, per i servizi di radio-tele comunicazione, per le reti di energia elettrica. Un apparato privo di marcatura CE NON può essere immesso sul mercato
  5. Gli apparati immessi sul mercato con la nuova direttiva RED NON hanno necessariamente prestazioni migliori di quelli precedentemente marcati secondo la 1999/5: i Requisiti Essenziali obbligatoriamente imposti dalle due direttive sono infatti i medesimi, a meno di aspetti di marginale importanza sui requisiti di immunità ai campi elettromagnetici irradiati la cui frequenza di prova, nelle norme tecniche armonizzate ai sensi della RED, è stata estesa fino a 6 GHz
  6. La Dichiarazione di Conformità deve essere conservata dall’utente, insieme al manuale d’uso e manutenzione, possibilmente nel luogo di installazione, in modo da poterlo rendere immediatamente disponibile alle Autorità di vigilanza
  7. Il Manuale d’uso e manutenzione fa parte della documentazione obbligatoria prevista dalla direttiva RED (come, peraltro, dalla direttiva 1999/5), in quanto riporta informazioni essenziali sulla sicurezza, sull’installazione e sulla manutenzione
  8. Alle Autorità di vigilanza devono essere messi a disposizione i seguenti documenti: Dichiarazione di Conformità, Manuale d’uso e manutenzione (o documentazione specifica riportante gli elementi essenziali per la RED)
  9. Il simbolo CE apposto sulle apparecchiature deve essere preservato da abrasioni che lo renda illeggibile al personale di controllo
  10. Tutte le apparecchiature per radiocomunicazioni sonore in banda FM sono soggette alla normativa nazionale per quello che attiene la disciplina del rilascio dei titoli autorizzativi al loro utilizzo. Nel manuale d’uso e manutenzione è chiaramente indicata questa restrizione d’uso
  11. Il mantenimento dei Requisiti Essenziali della direttiva RED, garantiti dal Fabbricante, può essere compromesso da errate modalità di installazione e di utilizzo. Gli installatori e gli utilizzatori hanno esplicito obbligo di rispettare le prescrizioni del fabbricante per il mantenimento dei Requisiti Essenziali, e ne sono giuridicamente responsabili

 

Si ringrazia l’Ing. Antonello Giovannelli – Resp. Tecnico ELENOS s.r.l.


LEGGI ANCHE:

– Ask Talkmedia: Da Web Radio alla trasmissione su FM, DAB o Digitale Terrestre
– Un analizzatore portatile FM: Pira P275 FM Broadcast Analyzer

 

Potrebbero interessarti

Confindustria Radio TV chiede più tutela dei diritti in rete
News
237 visualizzazioni
News
237 visualizzazioni

Confindustria Radio TV chiede più tutela dei diritti in rete

Nicola Franceschini - 19 ottobre 2018

Confindustria Radio Televisioni interviene sulla tutela dei diritti in rete. Oggi, il presidente Franco Siddi ha partecipato al Convegno "Uso…

DAB+: insufficenti le frequenze per le radio locali, secondo Aeranti-Corallo
News
1049 visualizzazioni
News
1049 visualizzazioni

DAB+: insufficenti le frequenze per le radio locali, secondo Aeranti-Corallo

Nicola Franceschini - 18 ottobre 2018

Aeranti-Corallo, l'associazione di categoria che rappresenta la maggiorparte delle radio e tv locali, interviene sull'assegnazione delle frequenze per il DAB+.…

64 anni fa, la radio diventava mobile con i primi ricevitori a transistor
News
1373 visualizzazioni
News
1373 visualizzazioni

64 anni fa, la radio diventava mobile con i primi ricevitori a transistor

Nicola Franceschini - 18 ottobre 2018

Fa quasi "tenerezza" pensare a quanto accadeva oggi, 64 anni fa. Era il 18 ottobre 1954, quando la Texas Intruments…