Amadeus ospite a Radio Zeta racconta il Sanremo della “generazione futuro”

Amadeus è stato ospite di “Generazione Zeta”, il programma del tardo pomeriggio di Radio Zeta condotto da Camilla Ghini e Nicole Iannacone.

Il tema era il prossimo Festival di Sanremo, di cui molti dei “big” in gara sono nomi noti per l’emittente della ‘generazione futuro’.

Nelle due ore di diretta, si è parlato di musica, cantanti e anche delle modalità in cui l’evento – tuttora in programma dal 2 al 6 marzo 2021 – dovrebbe svolgersi.

Amadeus ha ribadito che non si può fare Sanremo senza pubblico, anche se ha sottolineato che serviranno accurati controlli in seguito alla pandemia.

E non ha escluso l’ipotesi della nave da crociera per ospitare pubblico e cast artistico, in una sorta di “quarantena” prima dello spettacolo all’Ariston.

Camilla e Nicole hanno dato spazio alle domande anche dei colleghi/speaker di Radio Zeta, collegati via Zoom.

Al termine dell’intervista, lo stesso Amadeus – che peraltro ha dichiarato di avere proprio Radio Zeta al vertice delle memorie dell’autoradio – ha letto un messaggio ricevuto da Marino Bartoletti, in merito alla scelta dei cantanti in gara.

‘Se qualcuno ti chiederà “Ma questo chi è?”, puoi rispondere che nel 1961 venne fatta la stessa domanda su quegli esordienti che, tra gli altri, erano Adriano Celentano, Giorgio Gaber, Umberto Bindi, Pino Donaggio, Gino Paoli, Tony Renis, Edoardo Vianello, Little Tony, Milva, Gianni Meccia, Jimmy Fontana, cioè buona parte della storia della musica leggera italiana che ci ha accompagnato fino (ed oltre) alla fine del secolo.

Non rimane che attendere poco più di due mesi, per vedere che succederà in quella che sarà una delle edizioni più attese e complesse di sempre.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it

Exit mobile version