A rischio la redazione della bolognese Radio Città del Capo

4 Gennaio 2020
1392 Visualizzazioni

La redazione di Radio Città del Capo, storica emittente bolognese, è in rivolta contro il proprio gruppo editoriale.

Secondo quanto riportato da un comunicato, che pubblichiamo, la proprietà vorrebbe smantellare la struttura giornalistica della radio.

Questo è il comunicato sindacale, diffuso dal sito dell’emittente:

Da 32 anni Radio Città del Capo racconta Bologna e il mondo. Lo fa in maniera libera, all’interno del Network di Radio Popolare, senza bandiere o schieramenti ma sempre dalla parte dei diritti e dei più deboli. Politica, cultura, musica. Radio Città del Capo è diventata nel tempo un punto di riferimento per la città di Bologna, e non solo.

Tutto questo potrebbe non esistere più. Entro il 10 gennaio 2020 l’editore di Radio Città del Capo, la NetLit srl, ha deciso di eliminare dalla programmazione i programmi locali di cronaca, politica e cultura e di smantellare la redazione di Bologna. I giornalisti potrebbero anche perdere il lavoro, così ci è stato comunicato. Tutto sarà spazzato via, a partire dalle tante trasmissioni dei conduttori e delle conduttrici che da sempre rendono Città del Capo quel patrimonio che è – e che vogliamo che resti – per la città di Bologna.

Sarà azzerato lo spazio che la radio sta dando alla politica regionale, e questo succederà in un momento decisivo per l’Emilia-Romagna. A meno di un mese dalla elezioni del 26 gennaio l’editore di Radio Città del Capo, con una circolare firmata dal presidente del Cda Renato Truce, ha dato l’ordine di sospendere quella che per lui è stata una “sperimentazione” – la cronaca locale – e che per noi è invece da sempre il lavoro di tutti i giorni e la storia di 32 anni di radio. Per descrivere il nostro lavoro l’editore sta utilizzando espressioni come “utilizzo indebito” della frequenza. Come se raccontare la scena culturale, musicale e politica di Bologna fosse qualcosa di indebito, e non invece – come è e vogliamo rimanga – il cuore e il senso stesso del progetto di Radio Città del Capo. Il tutto senza parlare delle pressioni al limite della vessazione verso i lavoratori della radio.

Vogliamo impedire che Radio Città del Capo si trasformi in una delle tante frequenze radiofoniche fantasma che nessuno ascolta e nessuno ricorda. Faremo tutto quel che serve per fare in modo che Radio Città del Capo continui a vivere, e resti punto di riferimento per la città di Bologna.

I redattori e le redattrici di Radio Città del Capo

* Vuoi inviare una segnalazione o un comunicato stampa a FM-world? Contattaci all’indirizzo info@fm-world.it

Potrebbero interessarti

La radio è femmina? Speciale “Salotto” dedicato alle donne
Podcast
142 visualizzazioni
Podcast
142 visualizzazioni

La radio è femmina? Speciale “Salotto” dedicato alle donne

Redazione - 25 Febbraio 2021

Si avvicina la "Giornata internazionale della donna" e, in vista della ricorrenza, FM-world anticipa i tempi dedicando una serata alle…

Radio Italia festeggia 39 anni
Primo piano
46 visualizzazioni
Primo piano
46 visualizzazioni

Radio Italia festeggia 39 anni

Redazione - 25 Febbraio 2021

Il 26 febbraio 1982 nasceva Radio Italia. L’esordio dell’emittente avveniva in un’epoca in cui molte realtà dell’area milanese era concentrate…

Digital radio: attivato il mux CRDAB Liguria
Primo piano
292 visualizzazioni
Primo piano
292 visualizzazioni

Digital radio: attivato il mux CRDAB Liguria

Redazione - 24 Febbraio 2021

Genova da oggi dispone di un mux contenente radio locali, superstation ed emittenti native digitali. Si tratta di "CRDAB Liguria".…