95 anni fa nasceva l’Unione Radiofonica Italiana

26 Agosto 2019
1904 Visualizzazioni

Il 27 agosto 1924 nasceva l’URI – Unione Radiofonica Italiana, frutto della fusione tra Radiofono Società Italiana per le Radiocomunicazioni Circolari (82,9%) e la Società Italiana Radio Audizioni (17,1%).

Il presidente era Enrico Marchesi, proveniente dalla FIAT, mentre vicepresidente era Luigi Solari.

Sono passati dunque 95 anni dalla nascita della società privata che ottenne la concessione statale delle frequenze per la radiodiffusione.

L’URI venne fondata a Torino, ma le prime trasmissioni ebbero inizio a Roma, dalla stazione di San Filippo, il 6 ottobre dello stesso anno, alle 21.00, con il celebre annuncio di Maria Luisa Boncompagni, relativo ad un concerto sinfonico inaugurale.

Il 17 novembre 1927 l’URI venne poi trasformata in EIAR (Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche), fino all’esordio della RAI Radio Audizioni Italiane il 26 ottobre 1944, in una Italia divisa in due dalla seconda guerra mondiale in corso.

Potrebbero interessarti

Svizzera: Radio Ticino potenzia informazione e intrattenimento
Talkmedia
58 visualizzazioni
Talkmedia
58 visualizzazioni

Svizzera: Radio Ticino potenzia informazione e intrattenimento

Redazione - 29 Settembre 2020

Più informazione e più intrattenimento, con un palinsesto studiato "ad hoc" dopo il lockdown dei mesi scorsi. Radio Ticino -…

Presidenziali americane: GR1 in diretta alle 3.00 per il confronto Biden-Trump
News
45 visualizzazioni
News
45 visualizzazioni

Presidenziali americane: GR1 in diretta alle 3.00 per il confronto Biden-Trump

Redazione - 29 Settembre 2020

La campagna elettorale americana entra nel vivo, a poche settimane dalle presidenziali. Rai Radio1 seguirà il primo confronto tra Joe…

Indagini d’ascolto: si chiude il terzo trimestre di RadioTER
Chart e trend
101 visualizzazioni
Chart e trend
101 visualizzazioni

Indagini d’ascolto: si chiude il terzo trimestre di RadioTER

Redazione - 29 Settembre 2020

Ultimi giorni per il terzo trimestre 2020 di RadioTER. L'indagine degli ascolti radiofonici, che si era fermata - in seguito…