ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP

2014: un anno di novità in radio

14 gennaio 2014
390 Visualizzazioni

Se l’andamento della radiofonia proseguirà nelle stesse modalità con cui è cominciato l’anno, il 2014 potrebbe rivelarsi un periodo di grandi novità.

Chi sta attraversando i cambiamenti più importanti è indubbiamente R 101. Il network del gruppo Mondadori, con l’arrivo alla direzione di Mirko Lagonegro, reduce da un’esperienza vincente a Discoradio (superstation lombarda del gruppo RDS che ha ottenuto ottimi riscontri in ambito di ascolti e popolarità), ha cambiato (alcuni) speaker e format, diventando tendenzialmente un’emittente di flusso.

Al mattino, le novità più importanti con l’apertura di Francesco Allegretti e Federica De Boni all’alba, la nuova versione de “La carica di 101” alle 7 con Cristiano Militello e lo spostamento di Dini e Lester, i quali a loro volta cedono la fascia 10-13 a Davide Lentini, direttamente da Radio Babboleo. New entry anche dalle 13 alle 15 con Francesca Bacinotti (ex GRP e Discoradio). Confermati Federico l’Olandese Volante (dalle 15 alle 17) e Marco Balestri (dalle 17 alle 19). Anticipato di due ore Alberto Davoli, mentre chiude la giornata (dalle 22 all’1) la voce di Isabella Eleodori. Nel weekend, poi, ricordiamo la presenza anche di Luca Lazzari.

Tra i conduttori che non figurano più in squadra c’è Paolo Cavallone, per anni in forza a “La carica di 101” ed ora arrivato a RTL 102.5, dove conduce la versione del weekend di “Miseria e nobiltà” dalle 13 alle 15.

Proprio il network “Very normal people”, inoltre, ha inserito nell’organico Emanuele Filiberto che ogni giovedì è in onda alle 23 con Pierluigi Diaco ed il Conte Galè nella versione “regale” di “Onorevole DJ”.

Non sono mancate novità, poi, anche su Radio Kiss Kiss dove se n’è andato Joe Violanti per lasciare la fascia del primo mattino (dalle 7 alle 9) ad uno degli “storici” del network: Pippo Pelo ed il suo show. La mattinata prosegue con Antonio Gerardi (9-12) e Stefano Piccirillo (12-14). Confermati i Finley dalle 15 alle 17, mentre dalle 17 alle 19 i “Corrieri della sera”, orfani di Pippo Pelo, mantengono alla conduzione esclusivamente Francesco Facchinetti. Resta saldo in palinsesto anche il serale “KissKisssenefrega” con Daniele Doesn’t Matter dalle 21 alle 23. Solo musica invece nelle fascie 14-15 e 19-21.

Anche dalla Rai, tuttavia, non mancano notizie. La più importante riguarda Radio2 che, dal 20 gennaio, apre le porte al talent show “The voice”, selezionando un aspirante partecipante che farà parte del cast del programma musicale di Rai2, giunto alla sua seconda edizione e che tornerà prossimamente. Non dimentichiamoci poi il rientro di Fiorello che, con la sua celebre Edicola, da alcune settimane è nuovamente presente in palinsesto sulla seconda rete di Stato.

Spiace invece dover segnalare la chiusura di “Demo” su Radio1, contenitore serale che in diversi anni ha dato la possibilità a numerosi artisti emergenti ed indipendenti di farsi conoscere a livello nazionale dalla principale emittente Rai. Il programma è stato eliminato dal palinsesto il 6 gennaio e su Facebook sono numerose le proteste emerse da parte degli ascoltatori.

Potrebbero interessarti

Confindustria Radio TV chiede più tutela dei diritti in rete
News
282 visualizzazioni
News
282 visualizzazioni

Confindustria Radio TV chiede più tutela dei diritti in rete

Nicola Franceschini - 19 ottobre 2018

Confindustria Radio Televisioni interviene sulla tutela dei diritti in rete. Oggi, il presidente Franco Siddi ha partecipato al Convegno "Uso…

DAB+: insufficenti le frequenze per le radio locali, secondo Aeranti-Corallo
News
1092 visualizzazioni
News
1092 visualizzazioni

DAB+: insufficenti le frequenze per le radio locali, secondo Aeranti-Corallo

Nicola Franceschini - 18 ottobre 2018

Aeranti-Corallo, l'associazione di categoria che rappresenta la maggiorparte delle radio e tv locali, interviene sull'assegnazione delle frequenze per il DAB+.…

64 anni fa, la radio diventava mobile con i primi ricevitori a transistor
News
1412 visualizzazioni
News
1412 visualizzazioni

64 anni fa, la radio diventava mobile con i primi ricevitori a transistor

Nicola Franceschini - 18 ottobre 2018

Fa quasi "tenerezza" pensare a quanto accadeva oggi, 64 anni fa. Era il 18 ottobre 1954, quando la Texas Intruments…