ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP

Canone radio-tv: la Svizzera sceglie di mantenerlo

5 Marzo 2018
592 Visualizzazioni

La Svizzera ha scelto di mantenere il canone radiotelevisivo, nel referendum che si è svolto domenica 4 marzo. La proposta di abolire la tassa in nome del libero mercato era arrivata dall’Unione democratica di centro e dal Partito liberale radicale, ma il 71,6% dei votanti ha deciso per il “no”.

Un voto non semplice, in quanto il canone elvetico ammonta a circa 390 euro (che tuttavia calerà dal 2019). La decisione tuttavia di mantenerlo è legato al servizio che offre: un ricco pacchetto di canali radio e tv nelle quattro lingue nazionali, che sono tedesco, francese, italiano e romancio.

In caso di vittoria, la Svizzera sarebbe stato il primo paese europeo ad abolire il servizio pubblico nel settore radiotelevisivo.

La notizia dell’esito del voto, che ha avuto una percentuale di votanti pari al 54,1%, è stata commentata positivamente anche dall’Usigrai, il sindacato dei giornalisti Rai, che hanno parlato di vittoria del servizio pubblico e di sconfitta di populisti e qualunquisti.

Potrebbero interessarti

Tommy Vee neo-direttore di Stereocittà
News
258 visualizzazioni
News
258 visualizzazioni

Tommy Vee neo-direttore di Stereocittà

Nicola Franceschini - 23 Marzo 2019

"Oggi inizia questa nuova esperienza, sono ufficialmente il nuovo direttore di Stereocittà. La nuova programmazione dal 1° Aprile". A scriverlo,…

Elio e le Storie Tese: arriva Radio EelST
News
419 visualizzazioni
News
419 visualizzazioni

Elio e le Storie Tese: arriva Radio EelST

Nicola Franceschini - 23 Marzo 2019

Si chiama Radio EelST e andrà in onda ogni lunedì da aprile. Sono gli Elio e le Storie Tese ad…

E’ Ligabue il più trasmesso in radio
News
205 visualizzazioni
News
205 visualizzazioni

E’ Ligabue il più trasmesso in radio

Nicola Franceschini - 22 Marzo 2019

E' Ligabue con "Certe donne brillano" il brano più trasmesso in radio negli ultimi sette giorni. A confermarlo, sono i…