Verona ospita il festival delle radio universitarie

Dal 18 al 21 maggio studenti provenienti da tutta Italia, accomunati dalla passione per la radio, si daranno appuntamento nella città scaligera per partecipare a workshop, incontri, conferenze, eventi e dirette radiofoniche. A riportarlo, è il sito www.raduni.org

Tra gli ospiti d’eccezione il giornalista di “Tutto il calcio minuto per minuto” di Radio Rai Uno Francesco Repice e l’intera redazione de “La Zanzara” di Radio24 guidata dai conduttori Giuseppe Cruciani e David Parenzo.

“Un’iniziativa importante – ha ricordato l’assessore comunale di Verona allo Sport e al Tempo libero, Alberto Bozza – per la passione e l’impegno che ci mettono gli studenti. Le radio universitarie sono un laboratorio culturale che mette in rete competenze. Si tratta della voce dei ragazzi, che con il festival possono confrontarsi”.

FuoriAulaNetwork trasmette dal 2005, coinvolgendo studenti della laurea in Comunicazione, ma non solo, come ha ricordato Marta Ugolini, delegata del rettore alla Comunicazione per l’ateneo scaligero: “La radio universitaria è un laboratorio per acquisire competenze e abilità che possono poi essere utili a tutti nel mondo del lavoro, per questo è sostenuta dall’ateneo, che riconosce la sua importanza strutturale”.

Tanti gli eventi in programma nella tre giorni, come hanno spiegato Alessandro Raimondo, presidente di RadUni e Andrea Diani, responsabile di FuoriAulaNetwork. “Sarà un festival fantastico, siamo felici di essere a Verona – ha detto Raimondo, cui fa eco Diani – La radio è nata da un’idea forte, essere strumento per i ragazzi che hanno bisogno di esperienze per intraprendere il loro viaggio. E le esperienze fatte durante gli anni universitari sono tra le più formative”. Alla presentazione sono intervenuti anche Sergio Cau, presidente del Consiglio degli studenti, che ha ricordato come molti tra gli studenti che hanno fatto parte di FuoriAulaNetwork hanno poi impiegato le loro competenze in contesti di comunicazione, e Marco Saglia, responsabile Esu per il Fru, che ha sottolineato come il Fru 2017 rappresenti un momento importante di condivisione e di confronto non solamente per tutti gli studenti ospitati provenienti da tutta Italia ma anche per tutta la comunità universitaria e cittadina.

Per la prima volta il festival si terrà a Verona che può vantare una delle radio universitarie più longeve e consolidate, FuoriAulaNetwork. L’iniziativa è organizzata da Raduni, Associazione degli operatori radiofonici universitari italiani, università di Verona e FuoriAulaNetwork. Il Fru gode inoltre del patrocinio di Esu, che offrirà a tutti i partecipanti i pasti nella mensa universitaria San Francesco, e della collaborazione del Comune di Verona.

Confermata la presenza di 200 studenti, redattori e speaker delle radio universitarie di oltre 20 atenei italiani. Il Festival è un’importante occasione di incontro per molti giovani appassionati di radio, che avranno l’opportunità di confrontarsi con alcuni professionisti del settore e mettersi in gioco attraverso workshop pratici. Saranno anche premiati il miglior programma e la migliore voce delle emittenti di ateneo e, per il secondo anno, sarà consegnato un riconoscimento alla miglior tesi di laurea dedicata al movimento delle radio universitarie. Non mancheranno, infine, i momenti ludici e ricreativi, pensati con l’obiettivo di creare occasioni di dialogo tra i diversi redattori e far nascere sinergie tra le emittenti.

Comments

comments

Related Posts