Powered by 22HBG

ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP
ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP
ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP

Voce ai protagonisti: intervista a Matteo Sandri

Nicola Franceschini
12 agosto 2017
94 Visualizzazioni

Qual è il futuro della radio? Chi saranno i protagonisti che ci accompagneranno nei prossimi anni?

Continua la nostra nuova rubrica “Voce ai protagonisti” sui millennial che orbitano nel mondo della radio e, di conseguenza, in quello di Fm-World.

Ed ecco Matteo Sandri, giovane speaker riuscito ad andare oltre i confini del Bel Paese grazie ad un suo nuovo progetto molto interessante. Abbiamo fatto con lui una chiacchierata a tutto tondo sul mezzo, sulla sua professione e su quello che sarà. Questo è ciò che è emerso.

 

* Partiamo dagli esordi: come hai iniziato a lavorare nel mondo della radio?

Ho iniziato a muovere i primi passi in radio a 16 anni nell’ottobre 2001 in una radio locale vicentina “StellaFm”. La passione per questo mezzo era un obiettivo di vita per me, infatti un po’ come tutti sono entrato a piccoli passi facendo il regista a Marco Cappello colui che mi ha introdotto in questo mondo aprendomi le porte al suo programma. Poi da lì nello stesso anno in estate sono entrato a far parte a tempo pieno di questa radio, occupandomi di post produzione e regia, ma il mio sogno era quello di “parlare” e alcuni mesi dopo ci riuscii a dire le mie prime parole in etere, affiancando il conduttore del mattino con piccoli interventi.

* Attualmente sei a Radio Studio Più, ma hai ideato anche la webradio Is Good For You, ora diventata pure FM a Tenerife e un programma tv. Come sei riuscito a realizzare tutto questo? Com’è stato il tuo percorso?

Il Progetto “Is Good For You” nasce principalmente perchè io ho sempre desiderato avere qualcosa di mio, dove posso dar sfogo alle idee, cercando di ottenere risultati su dei miei ideali artistici, e pagarne le conseguenze se sono sbagliati e trionfare se sono giusti.

Is Good For You è stato nella storia radiofonica fm un claim appartenuto ad una grande radio dance del nord Italia chiusa a fine 2011 (Bum Bum Energy). Dal primo Aprile 2013, abbiamo voluto omaggiare questa stazione creando una radio del tutto nuova che unisce musica Dance, House, Edm, R&B, Reggaeton e i migliori Radio Show oltre alle dirette dai locali!

La parte fondamentale di “Is Good For You” è l’intrattenimento musicale, il saper comunicare dando voce ai suoni.

I grandi eventi, i Dj, i Producer sono benvenuti nel nostro mondo. Da Settembre 2016 grazie al mio Amico e Socio, Simone Dei Tos, abbiamo sviluppato ulteriormente il marchio Is Good For You facendolo diventare anche un format televisivo che propone i migliori video musicali del genere Dance, House, EDM e del passato, mantenendo la linea delle canzoni che si sono affermate a livello mondiale! Il programma è diffuso nel Nord e Centro Italia (Telestense, CafèTv24 e Canale68Veneto).

Infine da alcuni mesi siamo in Fm nel territorio Spagnolo a Tenerife Sur sulla frequenza 87.7.

 

* Quali le difficoltà nell’entrare in questo settore e cosa consiglieresti a chi vuole entrare in questo settore?

Le difficoltà in questo settore a mio parere per partire con una nuova radio solo principalemente “i soldi”. Se li hai puoi svilupparti, altrimenti rimane un sogno nel cassetto.

Sto parlando principalmente del settore FM perché rimangono solo i pesci grossi che avendo una forte base economica hanno fatto loro il mercato, le piccole realtà locali o regionali invece si stanno rovinando perché vogliono copiare i network o mentalmente all’interno hanno personale al comando che non riesce a stare al passo con i tempi, la radio del 2017 non è quella del 1970/80 le cose sono cambiate e bisognerebbe ascoltare anche i giovani e le loro idee, che – per carità – non sono legge ma aiutano ad aprire gli occhi su certi punti fondamentali, su come sta cambiando la comunicazione.

A chi vuole iniziare in questo settore i miei consigli sono: persone fidate e che vogliono raggiungere un obiettivo in tutto e per tutto e l’obiettivo deve avere un punto di forza in comune che devi raggiungere saltando mille ostacoli, non avendo mai paura di nulla!

* Più in generale, come vedi il futuro della radio?

Da anni, cioè da quando ho iniziato il progetto Is Good For You nel 2013, non ho mai voluto affiancarlo al nome RADIO perché un’emittente radiofonica ora come ora non ti raggiunge più soltanto dallo stereo, ma è diventato sempre più ricevibile da molteplici fonti.

Flussi Streaming, App, Sito, la Tv, la radio digitale, insomma, “un prodotto” ascoltabile da più fonti. Per me la Radio sarà sempre più un ibrido. Quindi devi crearti un prodotto che raggiunga più persone con più finestre e comunque la Radio non morirà mai, anzi.

*  Nella vita privata, che cosa ascolti? generi musicali? quali radio? Youtube? Spotify?

 Nella vita privata collaboro anche con un’orchestra di liscio da 10 anni, facendo parte di “Marco e i Niagara”, quindi musicalmente dalla musica popolare alla nuova, ascolto veramente di tutto. Ma la mia preferita rimane sempre quella ad impronta Dance.

Non ho una radio preferita, mi piace ascoltare tutto, in genere la cosa chi mi piace di più è fare zapping nella banda non per ascoltare canzoni ma interventi di speaker, spot pubblicitari, station, insomma il lato artistico e creativo di un’emittente e per quello non sono un gran ascoltatore di playlist già fatte create da Youtube o Spotify, ma sono un gran ascoltatore della radio via internet principalmente di radio estere.

A tuo avviso, la radio affascina meno gli adolescenti? o l’ascoltano meno solo perché c’è più offerta?

A mio avviso, non è vero che la radio affascina meno gli adolescenti, anzi, sono i primi che vogliono venire a visitare una sede e/o diventano fans dello speaker/Dj.

Più che altro, loro hanno molto più tempo libero per navigare nella rete e quindi la radio entra a far parte della loro vita in percentuale minore al contrario di un adulto che di tempo libero ne ha molto meno.

* Per finire, che cosa ne pensi di FM-World e che cosa vorresti di più dal nostro sito e dal nostro gruppo?

FM-World per noi del settore è un punto importante di confronto e di curiosità nel mondo dei media. Il lavoro che fate per me è ottimo.

 

LEGGI ANCHE:
– Voce ai “Protagonisti”: intervista a Bianca Micheletti
– Radio Italia e Venice Radio entrano nell’app di FM-World

Potrebbero interessarti

Verona: sotto sequestro le antenne delle Torricelle
News
50 visualizzazioni
News
50 visualizzazioni

Verona: sotto sequestro le antenne delle Torricelle

Nicola Franceschini - 13 dicembre 2017

Antenne sotto sequestro presso la postazione delle Torricelle a Verona. L'episodio è avvenuto questa mattina (mercoledì 13 dicembre) su disposizione…

Il futuro della radio in un convegno in Vaticano
News
43 visualizzazioni
News
43 visualizzazioni

Il futuro della radio in un convegno in Vaticano

Nicola Franceschini - 12 dicembre 2017

Quale sarà il futuro della radio nell'ambiente digitale, a ottant'anni dalla morte di Guglielmo Marconi? La domanda sarà al centro…

La radiovisione? “Un fenomeno che dovrebbero studiare le Università”
News
67 visualizzazioni
News
67 visualizzazioni

La radiovisione? “Un fenomeno che dovrebbero studiare le Università”

Nicola Franceschini - 12 dicembre 2017

Il prof. Ferruccio Resta, Rettore del Politecnico di Milano, è intervenuto questa mattina su RTL 102.5 dove ha commentato il…